I RACCONTI DI DUE AMICHE CHE VIAGGIANO LOW COST CON LO ZAINO IN SPALLA
19
Mag
2019

Israele in 7 giorni:cosa vedere

Il nostro viaggio in Israele si è svolto nella settimana di Pasqua. Sicuramente non è il periodo migliore a causa dell’elevato numero di persone che scelgono di visitare la Terra Santa proprio in quei giorni. Tuttavia il paese è abbastanza grande ed abbastanza variegato. Se avete le ferie in quella settimana andateci senza problemi. Siamo arrivate in Israele, con la compagnia Arkia, ovviamente, da buone Zingarelle, era semplicemente la compagnia più economica.

Tel Aviv

Se volerete come noi, con una compagnia Israeliana, prevedete di andare in aeroporto con almeno 3 ore di anticipo. Verrete, infatti, sottoposti ad un breve interrogatorio individuale. Vi verrà chiesto, chi siete, cosa fate, come vi siete conosciuti e per quale motivo andate in Israele.Rispondete sinceramente e non avrete problemi. Dopo di che ci sarà un controllo minuzioso del bagaglio a mano! Vi dico solo che abbiamo dovuto scartare i panini e sollevare quello che era presente all’interno!

Con circa 2 e 30 di ritardo in ogni caso, siamo riuscite ad arrivare in Israele. Una sensazione bellissima quella di scendere finalmente dall’aereo. Peccato che..i nostri zaini siano rimasti a Roma! Che ve lo dico a fare! Un nervoso infinito, ma si sa in viaggio queste cose possono succedere… Per fortuna siamo riuscite a riprenderli: il giorno prima di ritornare a Roma! Ci siamo rese conto che con un pò di spirito di adattamento è davvero poco il necessario per una settimana.

Il nostro itinerario si è svolto in questo modo:

  • TEL AVIV: 3 giorni. Sono sufficienti per avere un idea di questa eterogenea città.
  • GERUSALEMME: 2 giorni pieni secondo noi sono necessari per farsi un idea completa della città.
  • BETLEMME: é sufficiente mezza giornata, ci si può arrivare direttamente da Gerusalemme da cui dista appena 30 minuti

    Betlemme

  • MAR MORTO E MASADA: un giorno e mezzo. Sono abbastanza vicini e volendo la visita si può ridurre ad un solo giorno di viaggio. Noi abbiamo preferito utilizzare un’ intera giornata per rilassarci tranquillamente in spiaggia.

    Mar Morto

  • HAIFA ED AKKO: una giornata è sufficiente per entrambe. Sono fuori dai soliti schemi turistici e sono entrambe molto particolari.

    Akko

  • NAZARETH: basta mezza giornata. La cittadina è minuscola e non ci ha colpito particolarmente. Se avete tempo inseritela altrimenti potete anche saltarla.

Noi abbiamo scelto proprio questo itinerario e ci siamo trovate bene. A Tel aviv e Gerusalemme non occorre avere la macchina. Se si alloggia in un posto centrale é tutto abbastanza raggiungibile. Per andare da Tel Aviv a Gerusalemme è sufficiente prendere un pullman interno. Se avete intenzione di girare ed arrivare fino al Mar Morto vi consigliamo caldamente di affittare un auto. Abbiamo sentito di persone che utilizzando gli autobus locali hanno aspettato anche 3 ore.  Noi abbiamo utilizzato la compagnia Eldan e ci sentiamo caldamente di consigliarla! Ottimo rapporto qualità / prezzo.

COSE DA RICORDARE:

  • All’ingresso del paese vi daranno un foglietto non perdetelo e portatelo sempre dietro. Vi capiterà di vedervelo chiedere anche su un autobus.
  • Il sabato è davvero tutto chiuso! Autonoleggi, ristoranti, bar, non circolano nemmeno gli autobus! Non prevedete spostamenti se non autonomi.
  • Autonoleggio: vi potrebbero dare come hanno fatto con noi, un auto che ha bisogno di un codice interno per ripartire. Controllate prima di lasciare la postazione o finirete come noi, su una collina davanti al mar morto circondate da persone che frugano in tutta la macchina per trovare il benedetto codice che non sapevamo nemmeno di avere!
  • La settimana dopo la nostra Pasqua è la settimana del Pesah o Passover. Non potete mangiare lievito e quindi niente pane, pasta o dolci! Non pensate minimamente di acquistarli al supermercato. E’ severamente vietato!

    Supermercato durante Passover

Leave a Reply